Tra passato e futuro
arriva il 2021

Ultimo giorno dell’anno, un momento di assoluta transizione.
Quest’anno tutti aspettano di archiviare il 2020 e pongono grandi speranze nel 2021, ma solo il tempo dirà se queste speranze sono ben riposte.
Al momento possiamo solo dire che l’unica realtà è il presente, dura solo quell’attimo e lascia tutto aperto: al bene, al male ed anche al così e così😋.
Io mi stavo riascoltando questa bellissima canzone di Lucio Dalla e come sempre mi sono fatta prendere prigioniera dalle parole che dice.
Provate ad ascoltarle, soprattutto sul finale …

Tutto in fondo si risolve comunque nell’istante, nel momento presente, nel viverlo e condividerlo, nel trarne il massimo perché come saggiamente diceva Lorenzo il Magnifico “Chi vuol esser lieto, sia: di doman non c’è certezza.
Allora quale sarebbe il senso di auguri, di speranze, di sogni di un futuro migliore?
Io credo che sia il senso che il nostro essere umani gli da’: quello che la vita senza speranza non ha molto senso.
Viviamo e presumo siamo coscienti di non potere manipolare il futuro, possiamo accettarlo o combatterlo, ma poco altro.

Forse … perché in fondo la vita è quello che noi percepiamo, quello che vogliamo vedere. Un pessimista tanto quanto un depresso difficilmente riesce a vedere qualcosa di positivo (e ne so qualcosa io dopo una vita vissuta in quel modo); l’ottimista continuerà a vedere roseo anche quando forse tutto parrebbe grigio.
Allora che fare? Io ho avuto la mia illuminazione che oggi mi aiuta ad affrontare la vita forse con maggiore leggerezza: cerco di prendere quello che arriva con un minimo di ironia, pensando che potrebbe essere peggio e che comunque ho anche tante cose belle e senza prezzo di cui potere essere felice. Non sono diventata saggia, non lo sono per nulla! Ho solo finalmente aperto gli occhi su quante cose belle sono parte della nostra vita e che noi invece ignoriamo o diamo per scontate.
È stato affascinante prenderne coscienza ed io credo che tutti lo possiamo fare e rendere così le nostre vite migliori e più leggere, più piacevoli anche nei momenti peggiori.
Non faccio prediche per carità: da che pulpito 🤣, condivido la mia scoperta perché a me ha regalato pace e vorrei che così fosse per tutti.
Non ho mai avuto l’abitudine di augurare felicità, ma serenità.
Trovo sia decisamente più importante ed appagante.
Anche oggi mi ritrovo a fare lo stesso augurio, per l’attimo sereno, per il sorriso regalato, per l’abbraccio che materialmente non ci sarà ma che sarà percepito come caldissimo e pieno di amore a distanza.
Vi abbraccio tutti amici lontani, con infinito affetto e amicizia 😘

Firma LIO con impronta di zampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Shares
Share This

Condividi se ti è piaciuto!

Dammi una mano, fammi conoscere ai tuoi amici!