POESIE

Walt Whitman
Poesia di molti in uno

Walt-Whitman-Poesia-di-molti-in-uno[…]
Amicizia, autostima, giustizia, salute, sgombrano la strada con forza
irresistibile.
Dammi il compenso che mi spetta!
Dammi belle parole da cantare! Prenditi tutto il resto;
Ho amato la terra, il sole, gli animali – ho disprezzato le ricchezze,
Ho fatto la carità a tutti quelli che me l’hanno chiesta, ho difeso lo
sciocco e il matto, ho donato il mio guadagno e la mia fatica agli altri,
Ho odiato i tiranni, non ho mai discusso su Dio, e ho avuto pazienza,
tolleranza per la gente, ma mai tolto il cappello davanti a nul
la di conosciuto o sconosciuto,
Ho circolato liberamente con gente potente, incolta, con giovani e con
madri di famiglia,
Ho letto queste pagine a me stesso, all’aria aperta, le ho controllate
vicino ad alberi, stelle, fiumi,
Ho rimosso qualunque cosa insultasse la mia anima, o mi
contaminasse il corpo,
Ho preteso mai nulla per me che non abbia prima preteso per altri, alle
stesse condizioni,
Ho studiato la mia terra, i suoi idiomi, i suoi uomini,
Sono disposto ad aspettare di essere capito fino a quando sarà maturo
il gusto di me,
Non rifiuto nessuno, do spazio a tutti,
Ho scoperto che mi ha cercato poi per sempre chi era stato con me
anche una sola volta.[…]

Da “Foglie d’erba”

Liberamente tratta dalla poesia precedente circola questa versione:

Ecco quello che dovrai fare

Ecco quello che dovrai fare: ama la terra e il sole e gli animali,
disprezza le ricchezze,
fa l’elemosina a chiunque la chieda,
prendi le parti dello stupido e del pazzo,
dedica il tuo guadagno e il tuo lavoro agli altri,
odia i tiranni,
non discutere di Dio,
sii paziente e indulgente con la gente,
non toglierti il cappello davanti a nulla di noto o ignoto, a individui o a gruppi di persone,
mèscolati liberamente con le persone incolte ma piene di energia e con i giovani e con le madri di famiglia,
leggi queste “foglie” all’aria aperta,
in ogni stagione di ogni anno della tua vita,
riesamina tutto quello che ti è stato detto a scuola o in chiesa o da qualunque libro,
ripudia tutto ciò che insulta la tua anima,
e proprio la tua carne sarà una grande poesia
e avrà la più grande fluidità non solo nelle parole ma nelle linee silenziose delle labbra e del viso e delle ciglia e in ogni movenza e giuntura del tuo corpo

 

Letta da Gianni Caputo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Shares
Share This

Condividi se ti è piaciuto!

Dammi una mano, fammi conoscere ai tuoi amici!