Clicca sull'immagine per ingrandirla
Walt Whitman Dei

Divino amante e perfetto Camerata,
tu che attendi contento,
ancora invisibile, ma certo,
sii tu il mio Dio.

Tu, tu, l’Uomo Ideale,
leale, abile, bello, soddisfatto e amoroso,
il corpo integro, lo spirito effuso,
sii tu il mio Dio.

Morte (poiché la Vita ha compiuto il suo turno),
tu che apri la porta e introduci nel celeste palazzo,
sii tu il mio Dio.

Quanto di più possente, quanto di meglio vedo,
immagino o conosco,
(per rompere il nodo stagnante – e te, te liberare, anima mia)
sii tu il mio Dio.

Tutte le grandi idee, le aspirazioni delle razze,
ogni eroismo, ogni azione di estatico entusiasmo,
siate i miei Dei.

Oppure voi, Tempo e Spazio,
forma divina e prodigiosa della terra,
belle forme che vedendo adoro,
lucente orbe del sole o di notturna stella,
siate voi i miei Dei.

Lascia un commento

Il Tuo Indirizzo Email non sarà pubblicato.

*

Copyright © 2003-2020 – Tutti i diritti riservati. – Disegnato e realizzato da Lio Saccocci

Pin It on Pinterest

Shares
Share This

Condividi se ti è piaciuto!

Dammi una mano, fammi conoscere ai tuoi amici!