Clicca sull'immagine per ingrandirla
Vittorio Sereni Tre Dicembre

All’ultimo tumulto dei binari
hai la tua pace, dove la città
in un volo di ponti e di viali
si getta alla campagna
e chi passa non sa
di te come tu non sai
degli echi delle cacce che ti sfiorano.

Pace forse è davvero la tua
e gli occhi che noi richiudemmo
per sempre ora riaperti
stupiscono
che ancora per noi
tu muoia un poco ogni anno
in questo giorno.

Antonia Pozzi aveva un amico, anzi, un grande amico, Vittorio Sereni.
Insieme condividevano la poesia, la giovinezza, l’università.
Questa è la poesia che lui scrisse dopo la morte di Antonia e il titolo porta la data del suo suicidio.

Lascia un commento

Il Tuo Indirizzo Email non sarà pubblicato.

*

Copyright © 2003-2020 – Tutti i diritti riservati. – Disegnato e realizzato da Lio Saccocci

Pin It on Pinterest

Shares
Share This

Condividi se ti è piaciuto!

Dammi una mano, fammi conoscere ai tuoi amici!