POESIE

Trilussa
Er barbiere e l’avventore

In questo qui so’ come San Tomaso,
o Sonnino o Giolitti, sia chi sia…
— Famme la barba, Pippo, tira via…
— Er proletario ormai s’è persuaso

che se un governo de la borghesia
sfrutta er lavoratore, in de ‘sto caso…
— Abbada, Pippo, m’insaponi er naso…
— È tanto peggio pe’ la monarchia!

— Peggio per me! me scortichi! fa’ piano!…
— Ma intanto er socialismo progredisce…
— Attento ar pedicello… — E a mano a mano…

— M’hai fatto du’ braciole sur barbozzo…
— Un giorno o l’antro sa come finisce?
— Finisce che me taji er gargarozzo

Da “Tutte le poesie” a cura di Piero Pancrazi

Lettura di Trilussa Gabriele

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Shares
Share This

Condividi se ti è piaciuto!

Dammi una mano, fammi conoscere ai tuoi amici!