Clicca sull'immagine per ingrandirla
Pedro Salinas Tu vivi sempre

T’invaghisti di un’ombra

Tu vivi sempre
nei tuoi atti,
con la punta delle dita
sfiori il mondo,
gli strappi
aurore, trionfi,
colori,
allegrie: è la tua
musica.
La vita è ciò che
tu suoni.

Dai tuoi occhi
solamente
emana la luce che guida
i tuoi passi.
Cammini
fra ciò che vedi.
Soltanto.

E se un dubbio ti
fa cenno
a diecimila
chilometri,
abbandoni tutto,
ti lanci
su prore, su ali,
sei subito lì; con i
baci,
coi denti lo laceri:
non è più dubbio.
Tu mai puoi
dubitare.

Perché tu hai
capovolto
i misteri.
E i tuoi enigmi,
ciò che mai potrai
capire,
sono le cose più
chiare:
la sabbia dove ti
stendi,
il battito del tuo
orologio
e il tenero corpo
rosato
che nel tuo
specchio ritrovi
ogni giorno al
risveglio,
ed è il tuo.
 I prodigi
che sono già
decifrati.

E mai ti sei sbagliata,
solo una volta,
una notte
che t’invaghisti
di un’ombra
– l’unica che ti è
piaciuta -.
Un’ombra pareva.
E volesti
abbracciarla.
Ed ero io.

Da “La voce a te dovuta”

Lettura di Gianni Caputo

Che ne pensi?
0/5
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su tumblr
Condividi su print
Condividi su email

Seguimi su:

Altre Citazioni

Altre Poesie

Mani incatenate

Gibran
Catene

Ho incontrato la schiavitù cieca,
che annoda il presente degli uomini
al passato dei loro genitori,
e li spinge a sottomettersi ai loro usi e costumi, […]

Vai Avanti »

Copyright © 2003-2019 – Tutti i diritti riservati. – Disegnato e realizzato da Lio Saccocci

Pin It on Pinterest

Shares
Share This

Condividi se ti è piaciuto!

Dammi una mano, fammi conoscere ai tuoi amici!