Clicca sull'immagine per ingrandirla
Pedro Salinas L’anima avevi

L’anima avevi
così limpida e aperta,
che mai avrei potuto
entrarti dentro l’anima.
Cercai le scorciatoie
anguste, i passaggi
alti e difficili…

Alla tua anima si andava
per cammini spaziosi.
Preparai un’alta scala
– immaginavo alte mura
a sorvegliarti l’anima –
la tua anima però
non aveva né mura
di cinta né steccati.

Cercai la porta
stretta della tua anima,
ma non aveva
tanto franca che era,
entrate la tua anima.

Dove iniziava?
Finiva, dove?
Restai per sempre,
seduto alle vaghe
soglie della tua anima.

Da “Presagi” Traduzione di Valerio Nardoni

Letta da Sergio Carlacchiani

Che ne pensi?
0/5
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su tumblr
Condividi su print
Condividi su email

Altre Citazioni

Altre Poesie

Copyright © 2003-2019 – Tutti i diritti riservati. – Disegnato e realizzato da Lio Saccocci