POESIE

Pedro Salinas
L’anima avevi

L’anima avevi
così limpida e aperta,
che mai avrei potuto
entrarti dentro l’anima.
Cercai le scorciatoie
anguste, i passaggi
alti e difficili…

Alla tua anima si andava
per cammini spaziosi.
Preparai un’alta scala
– immaginavo alte mura
a sorvegliarti l’anima –
la tua anima però
non aveva né mura
di cinta né steccati.

Cercai la porta
stretta della tua anima,
ma non aveva
tanto franca che era,
entrate la tua anima.

Dove iniziava?
Finiva, dove?
Restai per sempre,
seduto alle vaghe
soglie della tua anima.

Da “Presagi” Traduzione di Valerio Nardoni

Letta da Sergio Carlacchiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Shares
Share This

Condividi se ti è piaciuto!

Dammi una mano, fammi conoscere ai tuoi amici!