Clicca sull'immagine per ingrandirla
Mahmoud Darwish Le belle sono le belle

Le belle sono le belle
[l’impronta dei violini sul fianco.]

Le belle sono le deboli
[un trono leggero senza memoria.]

Le belle sono le forti
[Una disperazione che illumina e non brucia.]

Le belle sono le principesse.
[Muse di un’ispirazione inquieta.]

Le belle sono le vicine.
[Vicine dell’arcobaleno.]

Le belle sono le lontane.
[Come i canti di gioia.]

Le belle sono le povere.
[come le rose sui campi di battaglia.]

Le belle sono le solitarie.
[Come le damigelle in presenza della regina.]

Le belle sono le alte.
[Zie delle palme celesti.]

Le belle sono le basse.
[Si bevono in un bicchier d’acqua]

Le belle sono le mature.
[Manghi sbucciati e vino stagionato.]

Le belle sono le giovani
[Promessa di un domani e boccioli di giglio.]

Le belle, tutte le belle sono te.
riunite per  scegliermi l’assassina più nobile.

 

Da “Kazahri al-Lawzi aw Ab’ad” (Come fiori di mandorlo o più lontano)

Lascia un commento

Il Tuo Indirizzo Email non sarà pubblicato.

*

Copyright © 2003-2020 – Tutti i diritti riservati. – Disegnato e realizzato da Lio Saccocci

Pin It on Pinterest

Shares
Share This

Condividi se ti è piaciuto!

Dammi una mano, fammi conoscere ai tuoi amici!