Clicca sull'immagine per ingrandirla
José María Álvarez da Tosigo Ardento

Uscendo dalla nebbia
nel freddo
d’un mare triste
fluttuano i grandi galleggianti.
Le lunghe passerelle di legno
si perdono come in uno specchio
offuscato

Seggiole solitarie tende alla deriva. E
ascolti
il frangersi d’un mareggiare
antico.

La prua d’una barca
si dondola solenne nel biancore. Ricorda la vecchia
automobile di mia nonna – Fine di un’estate, i
primi
freddi, la sera; uomini
sbarrano con tavole porte e finestre
del casotto sulla spiaggia. E la vettura, nera, immensa,
magnifica, come un’imbarcazione
funebre – silenzio di fotografia: tutti
montiamo. Vedo allontanarsi la spiaggia
nel finestrino il vento muove le palme.

Nel frattempo
invecchio. Qualche
ragazza passeggia
a piedi nudi sulla sabbia, proteggendosi
il collo con le braccia
avvolte nel pullover. Le odo
ridere. I loro visi
sfumano nella nebbia. Le onde s’infrangono
lentamente. Come lisci
animali moribondi
gemono gl’imbarcaderi.
[…]

Lascia un commento

Il Tuo Indirizzo Email non sarà pubblicato.

*

Copyright © 2003-2020 – Tutti i diritti riservati. – Disegnato e realizzato da Lio Saccocci

Pin It on Pinterest

Shares
Share This

Condividi se ti è piaciuto!

Dammi una mano, fammi conoscere ai tuoi amici!