POESIE

Jorge Luis Borges
La rosa profonda

La rosa,
la rosa immarcescibile che non canto,
quella che è peso e fragranza
quella dell’oscuro giardino della notte fonda,
quella di qualunque giardino e qualunque sera,
quella che risorge dalla tenue
cenere per l’arte dell’alchimia,
la rosa dei persiani e di Ariosto
quella che è sempre sola,
quella che è la rosa delle rose,
il giovane fiore platonico,
l’ardente e cieca rosa che non canto,
la rosa irraggiungibile.

da “La rosa profonda”

2 risposte

    1. Buongiorno Graziella e grazie del tuo passaggio di qui 💛
      Sembreresti parlare da psicologa 🙂 : la rosa se ricordo è il simbolo del sé aperto alla solidarietà, al contatto.
      Il che credo che sia più che mai attuale oggi, con i tempi che corrono.
      A presto 👋

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Shares
Share This

Condividi se ti è piaciuto!

Dammi una mano, fammi conoscere ai tuoi amici!