Clicca sull'immagine per ingrandirla
Jacques Brel Vi auguro sogni

Vi auguro sogni
a non finire
la voglia furiosa
di realizzarne qualcuno
vi auguro di amare
ciò che si deve amare
Illustrazione di stato di sognoe di dimenticare
ciò che si deve dimenticare
vi auguro passioni
vi auguro silenzi
vi auguro il canto degli uccelli
al risveglio
e risate di bambini
vi auguro di resistere
all’affondamento,
all’indifferenza,
alle virtù negative
della nostra epoca.
Vi auguro soprattutto
di essere voi stessi.

 

Letta da Sergio Carlacchiani

Comment

  • (via Jacques Brel – Vi auguro sogni)
    Jaques Brel è per me insieme a Brassens, il corrispondente di Fabrizio De André.
    Amo questi due cantastorie francesi tanto quanto i nostrani, soprattutto dopo avere scoperto una paio di libretti di “Poems” di questi personaggi. Ecco forse perché sono sempre rimasta legata ai miei cantautori: per i loro testi, che non potranno essere forse definite poesie, ma che comunque mi comunicano sempre qualcosa e per me questa è la cosa fondamentale.
    Questa poesia di Jaques Brel, accompagnata dalla lettura fatta dalla lettura di Sergio Carlacchiani vuole essere un invito a non smettere mai di sognare, in un incalzare di situazioni, di auguri che trovano il loro apice in quello che io considero l’obbiettivo più importante della vita di ognuno: essere sé stessi.
    Un incoraggiamento per tutti a tenere duro e guardare sempre avanti.
    Buona e serena giornata a tutti 😘💓💗


Lascia un commento

Il Tuo Indirizzo Email non sarà pubblicato.

*

Copyright © 2003-2020 – Tutti i diritti riservati. – Disegnato e realizzato da Lio Saccocci

Pin It on Pinterest

Shares
Share This

Condividi se ti è piaciuto!

Dammi una mano, fammi conoscere ai tuoi amici!