Clicca sull'immagine per ingrandirla
Henrik Nordbrandt Voglio possederti

Voglio possederti, devi essere mia.
Il tuo corpo, i più profondi
segreti della tua anima
devono essere mia proprietà.
Non devi avere un capello
non un dente
non un singolo angolo buio
nei tuoi pensieri
che non mi appartenga.
Come potrei altrimenti
venderti
per mucchi di argento e oro
preziose pietre
e ogni possibile genere di lusso?
O chissà?
Magari solo un bicchiere di vino
una notte con una puttana
un pugno di perle di vetro colorate
o un povero coltello
col manico di corda.
Come potrei altrimenti sapere
cosa significa perderti?
In che modo
misurare la tua assenza?
Perderti devo comunque.
Ogni giorno ti perdo un po’.
Nei mercati d’Oriente
voglio incettare cose come quelle
per cui avrei potuto venderti
piccole cose
che mi ricorderanno gli invisibili sonagli
che i tuoi movimenti sempre
fanno echeggiare nell’aria
e un enorme torrente di seta
come il punto
in cui il tuo collo incontra le spalle.
E se improvvisamente un giorno
casualmente ti incontrassi
ti regalerei ogni cosa.

Da “Il nostro amore è come Bisanzio”

Lascia un commento

Il Tuo Indirizzo Email non sarà pubblicato.

*

Copyright © 2003-2020 – Tutti i diritti riservati. – Disegnato e realizzato da Lio Saccocci

Pin It on Pinterest

Shares
Share This

Condividi se ti è piaciuto!

Dammi una mano, fammi conoscere ai tuoi amici!