Clicca sull'immagine per ingrandirla
Giorgio Caproni Biglietto lasciato prima di non andar via

Se non dovessi tornare,
sappiate che non sono mai
partito.

Il mio viaggiare
è stato tutto un restare
qua, dove non fui mai.

Letta da Lorenzo Pieri

Ascolta “G. Caproni: Biglietto lasciato prima…” su Spreaker.

Letta da Sergio Carlacchiani

Comment

  • Come il giorno di Natale per la poesia brevissima di Mark Strand, di cui potevamo contare il numero delle parole, ma il cui senso era una immersione nell’infinito; anche questa di Giorgio Caproni ci sprofonda nella metafora del viaggio immobile.
    Noi restiamo sempre gli stessi anche se in fondo non lo siamo più: cellule a migliaia nascono e muoiono dentro di noi per cui il cambiamento esiste, ma il nostro corpo nella sua totalità resta lo stesso, ci ricopre una pelle che si è rinnovata ma pare la stessa.
    Lo stesso che esiste nel nostro camminare, muoversi, procedere: lo facciamo ma non tutto quello che siamo ci segue. Qualcosa di noi resta dove siamo stati, alle persone che abbiamo amato e frequentato, un qualcosa che le accompagna come presenza che è anche assenza.
    Credo che questa sia la poesia di Caproni che amo maggiormente, quella in cui appare [quasi] chiaro che il nostro viaggiare avviene all’incontrario e che il punto di arrivo coincide con quello della partenza.
    Tutto quello che vediamo, facciamo e viviamo ci riporta sempre a qualcosa di già vissuto o conosciuto, in una sensazione di déjà vu a cui spesso non sappiamo dare spiegazioni.
    Come magistralmente dice: “”🅸🅻 🅼🅸🅾 🆅🅸🅰🅶🅶🅸🅰🆁🅴 è 🆂🆃🅰🆃🅾 🆃🆄🆃🆃🅾 🆄🅽 🆁🅴🆂🆃🅰🆁🅴 🆀🆄🅰, 🅳🅾🆅🅴 🅽🅾🅽 🅵🆄🅸 🅼🅰🅸.”
    Solo poche parole ma una immensità di pensiero: possiamo entrare dentro di noi e cercare quello che siamo stati, che forse non siamo più o che probabilmente abbiamo solo dimenticato.
    Pura emozione secondo me 🙂

    Buona domenica e se vi va, dividete questo pensiero permettendo ad altri di conoscerlo e goderne.


Lascia un commento

Il Tuo Indirizzo Email non sarà pubblicato.

*

Copyright © 2003-2020 – Tutti i diritti riservati. – Disegnato e realizzato da Lio Saccocci

Pin It on Pinterest

Shares
Share This

Condividi se ti è piaciuto!

Dammi una mano, fammi conoscere ai tuoi amici!