POESIE

Gio Evan
Noi, l’impossibile

Dicevano che il nostro
era un amore impossibile
che non poteva durare a lungo
che non poteva durare
che ci sarebbe scappato il sangue
per non parlar del pianto
quanto ne immaginavano
loro
prevedevano solo lacrime

dicevano che il nostro
era un amore impossibile
morto prima di nascere
pieno di incongruenze
e pipistrelli bastardi notturni
pronti ad aggrovigliarsi
nei capelli sciolti al vento
vedevano gli squali
tra di noi
e altre creature
con denti molto molto
vivaci

dicevano che tra me e te
un amore
un amore tra me e te
è impossibile
che la natura non contempla
un amore così difficile
dicevano che l’amore
è per definizione semplice
e noi due no
noi due siam troppo complicati già da soli
pensa insieme

dicevano
pensa insieme
dicevano che il nostro
era un amore impossibile
ma quello che non sapevano
era
che noi due
l’impossibile
sapevamo farlo benissimo.

Da “Capita a volte che ti penso sempre”

Una risposta

  1. via Gio Evan – Noi, L’impossibile

    È affascinante pensare a quante cose ci appaiono impossibili, quante volte usiamo questa parola come affermazione “sine qua non”.
    Ma siamo poi così sicuri della realtà di quello che diciamo? Pensiamo alla vita, alla storia, al passato: quante cose sono parse impossibili e poi sono divenute addirittura comuni.
    Dal volare che era cosa semplicemente inaccettabile, siamo arrivati sin nello spazio. Inutile poi parlare di medicina, di traguardi in ogni cosa regolarmente infranti.
    La poesia di Gio Evan parla di un amore impossibile, ma che pare impossibile agli altri visto che chi lo vive sapeva già di potere fare l’impossibile.
    Quindi credere in qualcosa spesso vuole dire rendere quella cosa possibile, non sempre, sarebbe pretendere troppo forse, ma è bello pensare che se ci si impegnasse tutti insieme le cose potrebbe diventare “POSSIBILI”.
    E non ci vuole molto per immaginare quali cose dovrebbero essere messe avanti a tutto: la giustizia, l’uguaglianza, il rispetto, il benessere minimo per ognuno.

    […] “ma quello che non sapevano
    era
    che noi due
    l’impossibile
    sapevamo farlo benissimo.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Shares
Share This

Condividi se ti è piaciuto!

Dammi una mano, fammi conoscere ai tuoi amici!