POESIE

Ezra Pound
Vana

Invano ho lottato
               Per convincere il mio cuore a piegarsi;
               Invano gli ho detto:
               «Ci sono poeti più grandi di te».

               La sua risposta, come vento e suono di liuto
               Come vago lamento nella notte
               Che non mi dà riposo, dice sempre:
               «Un canto, un canto».

               I loro echi ondulano uno nell’altro nel tramonto
               Cercando sempre un canto.
               Ah, io sono consumato dal lavoro
               E il vagare per infinite strade ha cerchiato di viola,

               Ha riempito di polvere i miei occhi.
               Su di me c’è ancora un tremore nel tramonto,
               E piccoli elfi rossi di parole gridano: «Un canto»,
               Piccoli grigi elfi di parole gridano per un canto,
               Piccole foglie gialle di parole gridano: «Un canto»,
               Piccole foglie verdi di parole gridano per un canto.
               Le parole sono foglie, vecchie foglie gialle già di primavera,
               Portate qua e là dal vento vanno cercando un canto.

Da “A lume spento (All’insegna del pesce d’oro)”, 1958

Lettura di Valter Zanardi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Shares
Share This

Condividi se ti è piaciuto!

Dammi una mano, fammi conoscere ai tuoi amici!