Clicca sull'immagine per ingrandirla
Edward Estlin Cummings Poesia numero 37
Page 2

Da sì lungo il mio cuore è stato col tuo
chiuso fra le braccia flesse nel buio
dove nuove luci germinano e
crescono,
da tempo la tua mente è entrata nel
mio bacio come forestiero
nelle strade e nei colori d’una città-
che forse ho scordato
come, sempre (da quest’ affrettata crudezza
di sangue e di carne) Amore
conia il suo più graduale gesto,
e affida la vita a eternità
poi le nostre metà distaccandosi divengono musei
zeppi di ricordi bene impagliati

Che ne pensi?
0/5
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su tumblr
Condividi su print
Condividi su email

Seguimi su:

Altre Citazioni

Altre Poesie

I miei figli

Francesco Guccini
E un giorno…

E un giorno ti svegli stupita e di colpo ti accorgi
che non sono più quei fantastici giorni all’asilo
di giochi, di amici e se ti guardi attorno non scorgi
le cose consuete, ma un vago e indistinto profilo […]

Vai Avanti »

Copyright © 2003-2019 – Tutti i diritti riservati. – Disegnato e realizzato da Lio Saccocci

Pin It on Pinterest

Shares
Share This

Condividi se ti è piaciuto!

Dammi una mano, fammi conoscere ai tuoi amici!

Condividi se ti è piaciuto!

Fammi conoscere ai tuoi amici

Shares