Clicca sull'immagine per ingrandirla
Eduardo de Filippo ‘ A barba

Quanno me faccio ‘a barba ‘e buonumore,
ve dico a vvuje ca overo vaco bello.
Nun è na nzapunata: è nu pittore
ca si joc’ ‘o penniello ‘e Raffaello.
‘A scumma d’ ‘o ssapone se ntricceja;
e dint’ ‘o specchio m’ ‘a stureo, m’ ‘a guardo.
‘A scucchia c’ ‘o rasulo s’arrecreja:
addeventa’ ‘o pallino d’ ‘o biliardo.
Ma quanno teng’ ‘e làppese ‘a quadrette,
c’ ‘o cereviell’ ‘a dinto ca me volle…
nun ce stanno rasulo o machinette,
me serve sul’ ‘a cart’ ‘e franchebolle.

 

Letta da Gianni Caputo

Lascia un commento

Il Tuo Indirizzo Email non sarà pubblicato.

*

Copyright © 2003-2020 – Tutti i diritti riservati. – Disegnato e realizzato da Lio Saccocci

Pin It on Pinterest

Shares
Share This

Condividi se ti è piaciuto!

Dammi una mano, fammi conoscere ai tuoi amici!