POESIE

Edgar Lee Masters
La moglie di George Reece

Vorrei dare un consiglio a questa generazione:
ci sono versi di verità e bellezza,
imparatene qualcuno a memoria.
Potrebbero tornarvi utili prima o poi nella vita.
Mio marito non c’entrava niente
La-moglie-di-George-Reececon il fallimento della banca – era solo un cassiere.
La colpa era del presidente, Thomas Rhodes,
e di suo figlio, un tipo vuoto, senza scrupoli.
Eppure mio marito fu spedito in prigione,
e io rimasi sola con i figli,
a dargli da mangiare, e vestirli ed educarli.
Feci quel che dovevo fare,
e li mandai per il mondo puliti e forti.
e tutto grazie alla saggezza del poeta Pope:
«Nient’altro che questo è l’onore:
interpretare bene il proprio ruolo».

 

Letta da Lorenzo Pieri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Shares
Share This

Condividi se ti è piaciuto!

Dammi una mano, fammi conoscere ai tuoi amici!