POESIE

Benjamin Prado
L’uguale e il contrario

Il contrario di un uomo limpido è l’acqua sporca.
Il contrario del mare è una donna cieca.
Chi distrugge un ponte, costruisce un precipizio.
Le cicatrici sono colpi che non si dimenticano.

Ci sono verità senza limite e ci sono cose che finiscono:
i fiumi sono Machado.
Io ti ho amato oltre me.
Gli scorpioni luccicano alla luce della luna
e poi sono nuovamente velenosi e oscuri.

È così semplice.

Lottare per le ceneri è rinunciare al fuoco.
Una parola detta è un uccello che vola.
La tua morte è sotto la mia pelle,
uguale a un insetto in un bicchiere rovesciato.

Che altro posso dirti?

Che ti ho amato da Nord a Sud, senza fine,
con unghie e con denti,
senza segreti,
senza trappole.

Che non ho voluto sentire un’altra volta la tua voce,
né guardare le nostre foto,
né vederti accarezzare con le tue dita azzurre
i cani che mangiano i resti della tua vita.

Voglio solo oscurità e fumo.
Sono venuto a dire che ti ho dimenticato;
che ti dimenticherò ancora ogni giorno
ognuno dei giorni della mia vita.

Letta da Pelagica Ottomana

2 risposte

  1. Una poesia dai toni cupi, forti, reali come un cielo pieno di nuvole che minacciano tempesta.
    Un po’ come la mia settimana appena finita e probabilmente anche la prossima: una strada in salita che molti fanno a salti ed altri – come me – cercano di non mollare strisciando.
    Ma anche una bellissima poesia questa di Benjamin Prado: “L’uguale e il contrario” con una delicata lettura che credo aiuti ad alleggerire la tempesta…
    A tutti e ad ognuno di voi auguro un bellissimo fine settimana.

  2. Ciao Lio, sono troppo contenta e devo dirtelo.Il mio gruppo ed io ad Aprile , in un luogo incantevole sul lago d’Orta, terremo una lettura di poesie d’amore dal ‘400 ai giorni nostri; poesie che, su mio suggerimento, abbiamo cercato e trovato sul tuo sito! Quindi , Lio, se riusciamo a creare questo evento il merito va anche a te, che grazie alla tua sensibilità e con il tuo lavoro pazzesco di cernita e raccolta ci hai notevolmente agevolato il compito…Saremo accompagnati, nella lettura, da un quartetto di oboe. I miei compagni non conoscevano il tuo sito ma da questo momento in poi credo che tu possa mettere nel tuo carnet altri 5 amici e abbiamo deciso che durante la presentazione al pubblico citeremo il tuo sito. Spero che questo che ti ho appena detto ti renda orgogliosa del lavoro che hai fatto, noi di te lo siamo. Un abbraccio fortissimo, Luisella.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Shares
Share This

Condividi se ti è piaciuto!

Dammi una mano, fammi conoscere ai tuoi amici!