Clicca sull'immagine per ingrandirla
Alda Merini Stanotte ho sognato l’amore

Stanotte ho sognato l’amore
era tenero come voi e senza carne,
ma il suo respiro ha colmato le mie notti
di disperazione e di canto.
Così è la vostra mano che carezza gli umili
Albero disegnato con chiavi di violinoe li fa silenziosi come coloro che pur soffrendo
non riescono ancora a morire.
Ma che cos’è la morte
se non un grande albero pieno di canto?
Io ho sognato un uomo
ma quest’uomo era tutto modellato da Dio.
Una parte di quest’uomo era nella vostra bocca.
E tutti gli uomini sono stati amati e divorati dagli angeli
nel loro immenso amore.

 

Letta da Mariangela Melato

Che ne pensi?
0/5
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su tumblr
Condividi su print
Condividi su email

Seguimi su:

Altre Citazioni

Altre Poesie

Elaborazione di cascata di acqua

Hermann Hesse
Lamento

Non ci è dato di essere. Noi siamo
soltanto un fiume, aderiamo ad ogni forma:
al giorno ed alla notte, al duomo e alla caverna
passiamo oltre, l’ansia di essere ci incalza. […]

Vai Avanti »

Copyright © 2003-2019 – Tutti i diritti riservati. – Disegnato e realizzato da Lio Saccocci

Pin It on Pinterest

Shares
Share This

Condividi se ti è piaciuto!

Fammi conoscere ai tuoi amici

Shares