POESIE

Alda Merini
Poema della croce

E non venne fecondata da alcuno,
eppure generò come il poeta
cui basta uno sguardo
per riavere la sostanza del mondo»
Questo che gli uomini chiamano amore
non è altro che l’estensione
della potenza biblica che ancora vive
nei nostri momenti di agonia.
L’agonia non esiste se non c’è un lungo sonno
che ci fa leggere i migliori libri di questa terra.
Maria venne quindi fecondata
dalla sua cecità,
per non avere mai voluto guardare in fronte il peccato,
e fu questa ignoranza divina
che la pose al centro
di ogni privilegio materno.

Da “Mistica d’amore”

Letta da Alda Merini
Cantata e musicata da Giovanni Nuti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Shares
Share This

Condividi se ti è piaciuto!

Dammi una mano, fammi conoscere ai tuoi amici!