Clicca sull'immagine per ingrandirla
A’isha Arna’ut Esilio

Esilio
Per via del dolore
indossava quei campanelli colorati,
una maschera di gioia.
Annodava le sue storie
alla punta della lingua
sì che non lo tradissero
nel momento cruciale.
Camminava leggero
con scarpe costellate di diamanti –
solo, mentre la notte
senza stelle in attesa
si impossessa dei miei occhi

Uccello che sorvoli l’orizzonte ricorda
i proiettili sono ovunque –
ricordati
di me
eterno viaggiatore.
Tutta la vita
avrei voluto procedere, ma non sono mai
avanzata oltre
i confini della mia tomba.

Lascia un commento

Il Tuo Indirizzo Email non sarà pubblicato.

*

Copyright © 2003-2020 – Tutti i diritti riservati. – Disegnato e realizzato da Lio Saccocci

Pin It on Pinterest

Shares
Share This

Condividi se ti è piaciuto!

Dammi una mano, fammi conoscere ai tuoi amici!