LioSite made by me: io ci ho provato!

LioSite made by me: io ci ho provato!

Non ho idea se ci sia riuscita e probabilmente ci vorrano settimane perché possa capirlo, ma Liosite è online!!
Io in tutta onestà non ho parole per esprimere quello che provo, sono conscia di quanto io possa sembrare ridicola e infantile nel sentire quello che sento.
Non credo di avere avuto una vita estrema in nessun senso, ho avuto la mia dose di problemi come tutti penso.
Non li ho vissuti bene soprattutto negli ultimi venti anni perché a rendere tutto molto più oscuro e pesante ci si è messa la depressione, eredità di famiglia pesante ma che non si può rifiutare 🙂

La morte dei miei genitori che è avvenuta senza che potessimo risolvere i nostri problemi mi aveva decisamente messo KO.
Sono cresciuta alla scuola del “Mai andare a letto senza avere chiarito tutto con chi ti è vicino” ed ho sempre cercato di applicarla proprio perché non si può mai sapere se domani avremo la possibilità di farlo.
Con i miei genitori le cose sono andate proprio così, nonostante i mille tentativi nel corso degli anni: io sono rimasta per loro una “figlia strana”, molto diversa da quella che avrebbero desiderato e loro per me sono rimasti “irraggiungibili e lontani”.
Forse è stato solo negli anni successivi alla loro scomparsa che siamo finalmente riusciti a parlarci, perché con il cuore e con la mente io ho continuato a rivolgermi loro e mi sono sempre convinta di sentirne le risposte.
Forse solo un modo per sentirsi meglio, meno soli, più con delle radici che nella realtà non avevo mai avuto.

Vi chiederete perché vi racconto tutto questo … credo sia solo per farvi capire che gli insuccessi pesanti della vita (e questo credo sia il peggiore) non mi sono mancati.
Potrei aggiungere tutti quegli splendidi amici che credevo di avere e che – non so come – ho perso per strada: certamente ho mancato in qualcosa ed il risultato è stato drammatico e di enorme sofferenza.

Oggi sono qui, ho una bella famiglia, un marito che mi sopporta da quaranta anni (ilpoveroelio tutto attaccato), dei figli, Marco e Chiara, che nemmeno se li avessi potuti cercare e scegliere avrebbero potuto essere migliori.
Non dovrei lamentarmi ed invece lo faccio 🙁
Perché la mia vita è incompleta senza l’amicizia, senza il confronto con gli altri, il senso di appartenenza, la possibilità di essere utile, senza la condivisione delle piccole e grandi cose della mia vita.
Solo il silenzio è rimasto, il parlare tra cuore e mente, e il mio computer!
Ed è stato proprio per condividere la mia vita, ricreare un senso di appartenenza, tornare ad illudermi di avere degli amici, per questi ed altri motivi è nato Liosite diciotto anni fa, tentativo dopo tentativo, fallimento dopo fallimento, disastro dopo disastro.
E poi di nuovo KO quando Google ha stabilito nuove regole che presupponevano io rifacessi tutto Liosite da capo a fondo, cosa che per un professionista poteva essere un lavoretto ma che per me è stata credo l’impresa intellettualmente più dura e complicata della mia vita.
E nemmeno so se ci sono riuscita: solo l’uso da parte degli utenti, di voi tutti, di quei quasi centomila che fino ad un anno fa entravano a mordi e fuggi nel mio sito ogni mese, solo tutto questo mi potrà dire se ci sono riuscita e, credetemi, sono terrorizzata.

Avevo promesso che per il primo settembre LioSite doveva essere online e lo sarà oggi: il 31 agosto, due anni e cinque giorni dopo la sua chiusura.
La pagina LioSite qui su Facebook va avanti anche se non cresce assolutamente: per dieci nuovi arrivati pare ce ne siano dodici che se ne vanno.
Ognuno ovviamente agisce come crede, io ogni volta ci resto malissimo e mi sento colpevole di non avere fatto nulla per trattenerli.
Immaginate che io non mi cancello dai gruppi di settore (soprattutto cose di fotografia o di webdesign) anche se non mi interessano più per non fare pensare a chi gestisce il gruppo di essere incapace.
Preferisco continuare a ricevere avvisi di cose che ormai non mi interessano più che togliere il mio “Mi piace” 😀
Alla stupidità non c’è fine vero ?

Ora, appena si sarà assestata la situazione della gestione del sito (arriveranno tutti gli errori rilevati da Google a migliaia visto che sono trentamila pagine) vorrei ricominciare a condividere un po’ di cose, di foto, di poesie, di citazioni sperando che ci sia qualche anima bella che a sua volta li condivida e che arrivino nuovi amici qui.
Chiedo troppo vero?
Preparatevi che avrò altre richieste da farvi, vi lascio la curiosità 😉

Ecco qui tutto quello che sono stata in grado di scrivere ed è davvero molto lontano da quello che realmente sento: emozione, paura, esitazione, anche soddisfazione perché lo ammetto, LioSite come lo ho fatto a me piace.
Ovviamente dal punto di vista tecnico farà schifo come mi avevano già fatto notare e lo capisco bene: un professionista è tale per tanti ottimi motivi, ma io mi accontenterei che funzionasse.
Mi piacerebbe che se qualcuno tra voi andrà a fare un giretto su LioSite, se trova problemi me li segnala.
Io non avevo nessuno a cui farlo vedere, controllare e giudicare: gli unici che lo hanno visto sono i tre moschettieri cioè la mia famiglia e secondo loro è bello.
Ma si sa, loro mi vogliono bene e quindi non credo mi darebbero una coltellata 😀
Ma io credo che “Il medico pietoso fa la piaga rognosa”, quindi meglio sapere la verità sperando di essere in grado di affrontarla e sistemare: questo anche perché di natura io sono …una maledetta perfezionista che disfa le cose fino a che – secondo lei-me – sono perfette 😀
Che Dio me la mandi buona ….

Grazie di tutto, della vostra presenza, degli incoraggiamenti a non mollare, del vostro affetto: sono stati fondamentali.

Dammi una mano: Condividi questo pensiero
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su tumblr
Condividi su print
Condividi su email

Copyright © 2003-2019 – Tutti i diritti riservati. – Disegnato e realizzato da Lio Saccocci

Pin It on Pinterest

Shares
Share This

Condividi se ti è piaciuto!

Fammi conoscere ai tuoi amici

Shares