Autore: Erri De Luca

Erri De Luca Chi denuncia i propri compagni [...]

R. Chi denuncia i propri compagni sta dentro il verbo tradire. Quello che lei chiama ravvedimento è un’abiura, un rinnegamento…

Erri De Luca Di ritorno da un viaggio [...]

Di ritorno da un viaggio in Bosnia risalendo la costa con il furgone vuoto avevo a destra una ragazza e…

Erri De Luca Quando c’è poco tempo [...]

Quando c’è poco tempo e bussano alla porta i gendarmi, quando battono la tua città con l’artiglieria, quando sei in…

Erri De Luca Gli insorti del ghetto[...]

Gli insorti del ghetto cercavano di mettere in salvo i poeti, gli scrittori. Così fanno gli alberi circondati […]

Erri De Luca Per Ante era una finestrella[...]

Per Ante era una finestrella, sbarrata da una tavola di legno, l’unica presa d’aria della cella. L’uomo si abitua all’ombra.…

Erri De Luca Ho imparato la lingua yiddish [...]

Ho imparato la lingua yiddish, parlata da undici milioni di ebrei dell’Europa orientale e ammutolita dalla loro distruzione. Ha un…

Erri De Luca Onore ai poeti [...]

Onore ai poeti che aiutano a vivere Quando c’è poco tempo e bussano alla porta, battono la città con artiglieria,…

Erri De Luca E come la riconosco [...]

“E come la riconosco? Sono successi dieci anni, un sacco di tempo.” “Guaglio’, il tempo non è un sacco, magari…

Erri De Luca Siamo gli innumerevoli [...]

Siamo gli innumerevoli – raddoppia ogni casella di scacchiera – lastrichiamo di corpi il vostro mare per camminarci sopra; […]

Erri De Luca Quando morì non me ne accorsi [...]

Quando morì non me ne accorsi. Dormivo sulla sedia, le mani intrecciate alle sue, gli occhi miei chiusi e i…

Copyright © 2003-2019 – Tutti i diritti riservati. – Disegnato e realizzato da Lio Saccocci

Pin It on Pinterest