Essere felici
anche alle peggiori notizie: come?

Non doveva essere questo il post di ora, ma solo un aggiornamento su questi giorni e sugli sviluppi di oggi.
Poi, per caso, vedo segnalato un post su Instagram di Chisies, mia figlia Chiara. Ho aperto da poco un account per LioSite lì, metto gli stessi post e ovviamente non ho nessun follower o quasi e – perlatro – nemmeno ci entro: faccio tutto dalla bacheca dei post che ho.
E qui lo metto per farvi capire cosa intendo sulla felicità.
Trovato anche su FB: l’unica a non saperlo ero io …


Per chi non mastica bene l’inglese, usate Google translate (spero funzioni anche così altrimenti fate copia incolla del testo.
Quindi da una parte sempre più in salita la strada, ma dall’altra sto vivendo i giorni migliori dela mia vita.
Io, convinta di avere fallito in tutto nella mia vita, scopro che la cosa a cui avevo dedicato tutta me stessa ha attecchito, dato fiori, che ora riempiono me ma anche l’intero mondo di cose belle.

Cosa meglio di scoprire che i tuoi figli ti hanno amata … nonostante.

  • Nonostante tu sia una “ceppa”
  • nonostante i tuoi milioni di errori
  • nonostante la tua incapacità ad esprimere dolcezza e amore
  • nonostante la tua inadeguatezza
  • nonostante la bruttezza fisica (avevo terrore si potessero vergognare di me)
  • nonostante tutto: mi amano e questo rende tutto talmente unico e splendido, talmente sorprendente che non posso che essere felice, sembrare una “mucca Carolina” che volteggia tra le nuvole.

Ma ancora rimando questo argomento, merita più attenzione e serenità di quanta potrei avere ora (oltre che il tempo mi manca).
Velocemente le notizie: sono stata male pesantemente la scorsa settimana, impossibile deglutire, perso 6 KG (il che non mi dispiace, ma capiranno solo quelli che sono di colpo passati dall’essere persone normali ad essere obesi al massimo BMI al 59 %. praticamente un pallone che rotola), emergency, TAC e varie.
Tentativo di ripristinare gli steroidi per riportarmi alla situazione precedente, durato tre giorni e fallito.
Quindi oggi decisione di rischare il tutto per tutto con una nuova chemioterapia ponte (ammesso che faccia effetto) per ridurre le masse dei linfomi che, se non ridotte, renderebbero poi la CAR-T talmente tossica per cuore, fegato e reni, da uccidermi comunque.
Questo in poche parole, inutile rompere con particolari inutili.
Mi sento un po’ come un topone da laboratorio che non riesce (un po’ duro di intelletto) a trovare una qualche possibile uscita dal labirinto in cui è.
Ma mi sento un topone felice per potermi particolarmente preoccupare: qualsiasi cosa arrivi ho avuto da questa vita più di quanto avrei mai sperato.
Impossibile lamentarsi 💚
Post fatto male, me ne scuso, ma poco tempo e lacrime a fiuminon stimolano le cellule dello scrittore 🤣
Grazie a tutti voi, che insieme alla mia famiglia mi state accompagnando con amicizia: ricordate, anche nelle cose peggiori si può sempre trovare tanta luce, tanta felicità e soprattutto tanta pace.😍😘🥰

4 risposte

  1. Ciao Lio resisti come hai sempre fatto. Sei stata e sei una Mamma speciale e Chi ti conosceva bene lo diceva e tu sai chi era Nani. …..ti auguro un mondo di bene e ti sono vicina nonostante la distanza. Tvb un abbraccio forte forte pat lilli Lillo

  2. Hai portato la luce in me, hai avuto il potere di aprire porte e finestre in un momento che avevo chiuso tutto e deciso di ANDARE VIA… Grazie, di Cuore Carissima Straordinaria Meravigliosa Lio !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Shares
Share This

Condividi se ti è piaciuto!

Dammi una mano, fammi conoscere ai tuoi amici!