Crollo pt. 2
Hôpital du Sacré-Cœur de Mtl.

“Vendesi vecchia auto con pezzi nuovi”: potrebbe essere la descrizione della sottoscritta.
Sempre in ospedale, non credo mi vogliono mollare molto in fretta, ogni giorno salta fuori qualcosa.
Esami su esami, test su test, ora mi hanno aggiunto pure un tubo di scarico nuovo chi esce da un polmone aumentando così il valore del rottame!
Il dolore non si spreca, ma lo teniamo sotto controllo con infiniti farmaci. Alla fine se ne uscirò ne uscirò drogata.
Comunque piccoli miglioramenti ci sono, la testa è più lucida, riesco a leggere per qualche minuto, e come vedete sono qui ad aggiornare.
Onestamente sono un po’ titubante nel farlo, temo di essere invadente nei vostri confronti, in fondo che ve ne frega della sottoscritta in ospedale.
Eppure non farlo mi pare brutto, come ignorare degli amici che forse stanno chiedendo di te, o altri a cui forse non può fregare di meno ma io questo non lo so e quindi sono qui.
Il tempo quando si sta male si dilata, e in fondo ti costringe a guardare dentro di te, a vedere il passato puoi cercare di non guardare al futuro.
E ogni giorno ti rendi conto della fortuna che hai avuto fino ad oggi, avendo sostanzialmente una buona salute e avendo potuto fare una vita normale.
Qui, nel buio della notte, puoi fare un po’ di conti, pensare a quante persone stanno decisamente peggio di te e a quanti hanno avuto meno di te, cercare così di dare il giusto peso alle cose, a quelle avute, ma anche a quelle non raggiunte, alla rabbia che magari abbiamo avuto nei confronti di non si sa cosa per non aver ottenuto quello che si desiderava.
Si fa esercizio cercando di capire, di dare un peso alle cose, poi in fondo in fondo ti ritrovi il pensiero ribelle, quello che nonostante tutte le tue buone intenzioni ti dice:” Ma che cavolo, proprio a me?
“Dura lex, sed lex! È difficile accettare di essere diventata quello che vedi ed ancora peggio superare la paura per le prossime prospettive che intravedi.
Ma essere umani credo voglia dire anche questo!!
Un abb

Firma LIO con impronta di zampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Shares
Share This

Condividi se ti è piaciuto!

Dammi una mano, fammi conoscere ai tuoi amici!