Citazioni

Zygmunt Bauman
Nell’antichità la felicità […]

Nell’antichità la felicità era una ricompensa per pochi eletti selezionati.
In un momento successivo venne concepita come un diritto universale che spettava a ogni membro della specie umana.
Successivamente, si trasformò in un dovere: sentirsi infelici provoca senso di colpa.
Dunque chi è infelice è costretto, suo malgrado, a trovare una giustificazione alla propria condizione esistenziale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Shares
Share This

Condividi se ti è piaciuto!

Dammi una mano, fammi conoscere ai tuoi amici!