Tiziano Terzani
La vera conoscenza […]

Tiziano Terzani La vera conoscenza […]

La vera conoscenza non viene dai libri, neppure da quelli sacri, ma dall’esperienza.
Il miglior modo per capire la realtà è attraverso i sentimenti, l’intuizione, non attraverso l’intelletto.
L’intelletto è limitato. [….]

Si fermò; e, guardandomi come per esser sicuro che capivo e che magari le condividevo, si mise a elencare quelle idee:
«Questo non è il solo mondo», disse, indicando con un ampio gesto del braccio l’intero orizzonte.
«Questo non è il solo tempo», e puntò il dito contro il mio orologio.
«Questa non è la sola vita», e indicò se stesso, Angela, me, il cane e tutto quel che c’era attorno.
Si fermò come per farci riflettere.
«E questa non è la sola coscienza.»
Toccandosi il petto concluse:
«Ciò che è fuori è anche dentro; e ciò che non è dentro non è da nessuna parte».
Poi, come volesse alleggerire l’atmosfera, scoppiò in una bella risata e, rivolto a me, aggiunse:
«Per questo viaggiare non serve. Se uno non ha niente dentro, non troverà mai niente fuori. È inutile andare a cercare nel mondo quel che non si riesce a trovare dentro di sé».

Comment

  • Il mio rispetto per questo giornalista è davvero tanto, toscanaccio come il mio babbo, poliedrico, intelligente e molto altro ancora.
    E forse per questo i suoi libri non mi stancano mai e mi danno ogni volta spunti nuovi e soprattutto aiuto per cercare di restare a galla.
    Se prendo questa breve conversazione, mi rendo conto di quanta speranza riesce ad infondere nella mia mente: sfata l’unicità del luogo e del tempo, apre la strada ad una diversa coscienza della vita e di noi stessi e conclude con quella meravigliosa affermazione «Ciò che è fuori è anche dentro; e ciò che non è dentro non è da nessuna parte» che apre ad ogni possibilità.
    Soffermatevi su queste parole e lasciatevi riempire dal senso di leggerezza e di serenità che riescono a creare. Quante cose ormai non ci sono più fuori, ma sono presenti e vive dentro di noi. Il ricordo diviene una cosa reale, una presenza effettiva e il mondo che ci circonda solo una piccola parte di quello che veramente esiste.
    Personalmente mi riesce a dare sempre un senso di profondità, di libertà, di pace.
    E per voi? A voi che sensazione porta questa breve lettura?
    Non mi offendo se mi dite che è semplicemente come bere un bicchiere d’acqua, una frase che scivola senza lasciare un segno: mi dispiacerebbe per voi in effetti, vi vorrei più bene per quello che perdete…
    Felice giornata 🙂


Lascia un commento

Il Tuo Indirizzo Email non sarà pubblicato.

*

Copyright © 2003-2020 – Tutti i diritti riservati. – Disegnato e realizzato da Lio Saccocci

Pin It on Pinterest

Shares
Share This

Condividi se ti è piaciuto!

Dammi una mano, fammi conoscere ai tuoi amici!