Sylvia Plath
Quello che mi spaventa di più […]

Sylvia Plath Quello che mi spaventa di più […]

Quello che mi spaventa di più, credo, è la morte dell’immaginazione.
Quando il cielo là fuori è semplicemente rosa e i tetti semplicemente neri: quella mente fotografica che paradossalmente dice la verità, ma una verità senza valore, sul mondo.
È questo spirito sintetizzante che io desidero, questa forza ‘plasmante’ che germoglia prolifica e crea mondi suoi con più estro e fantasia di Dio.
Se sto seduta ferma e non faccio niente, il mondo continua a battere come un tamburo lento, senza senso.
Dobbiamo muoverci, lavorare, fare sogni da realizzare; la vita senza sogni è troppo orribile da immaginare.

Lascia un commento

Il Tuo Indirizzo Email non sarà pubblicato.

*

Copyright © 2003-2020 – Tutti i diritti riservati. – Disegnato e realizzato da Lio Saccocci

Pin It on Pinterest

Shares
Share This

Condividi se ti è piaciuto!

Dammi una mano, fammi conoscere ai tuoi amici!