Seneca
Così il saggio basta a se stesso[…]

Seneca Così il saggio basta a se stesso[…]

Così il saggio basta a se stesso, non nel senso che vuole vivere senza amici, ma che lo può.
E quando dico «può», voglio intendere che il saggio sopporta serenamente la perdita di un amico; ma non sarà mai senza amici, perché è in suo potere contrarre subito una nuova amicizia.
Se Fidia avesse perso una statua, subito ne avrebbe fatta un’altra; così questo artefice di amicizie, se perde un amico, lo sostituirà con un altro.

 

LETTERA 9 – “Il saggio sente profondamente gli affetti umani” “L’arte di vivere”

 

Lascia un commento

Il Tuo Indirizzo Email non sarà pubblicato.

*

Copyright © 2003-2020 – Tutti i diritti riservati. – Disegnato e realizzato da Lio Saccocci

Pin It on Pinterest

Shares
Share This

Condividi se ti è piaciuto!

Dammi una mano, fammi conoscere ai tuoi amici!