Citazioni

Roberto Benigni
Il medico dice la vulva […]

A parte poi che per quella femminile ce n’è anche di più.
Non oso nominarla perché a nominarla mi viene nel corpo una cosa d’amore irresistibile già nell’immaginazione, sulla vagina…
Il medico dice la vulva… fa paura, la vulva, eh?
Una cosa spaventosa, una vulva sette quaranta turbodiesel…
Una cosa tremenda la vulva addosso! Bella la vulva.
Poi c’è la cosa, la passera, la chitarrina, la farfallina, la fisarmonica, la gattina, la filettina, la topa, la toppa, la gnocca, la pucchiacca, la sorca, la picchia, la passerina, la patonza, la gnacchera, la cavità, la ferita, la natura, la vergogna, lo spacco, l’antro tetro, la marianna la va in campagna, la bernarda, la tacchina, l’anonima sequestri, l’effetto serra, il conto in banca, l’afflosciapertiche, la seccacetrioli, l’azzitapreti, la fammela vedere un’altra volta… è una bellezza che non se ne può parlare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Shares
Share This

Condividi se ti è piaciuto!

Dammi una mano, fammi conoscere ai tuoi amici!