Citazioni

Massimo Bisotti
Le persone care […]

Le persone care non costano, valgono.
Eppure ormai il nuovo sogno mondiale è quello di vendere tutto al miglior offerente, anche la propria anima.
Ormai buttiamo via la maggior parte del nostro tempo sui social network, con le teste chine sui nostri cellulari, senza quasi più accorgerci delle espressioni di vita sul volto della gente.
Ma lo fareste lo stesso se vi rimanessero pochi mesi da spendere? Se per voi il futuro fosse tutto ciò che resta e non ciò che sarà?
Sicuramente no, sicuramente le vostre priorità sarebbero diverse e vi dedichereste a godervi tutto quel che rimane in compagnia di chi amate, nei posti che adorate e che avete desiderio di vedere ancora, raccogliendo pezzetti di vera essenza, quella che è sempre esistita ma che per troppo tempo avete trascurato volutamente.

Una risposta

  1. Leggevo questo libro l’altra notte ed ho selezionato diverse frasi che mi hanno colpita e questa è tra quelle.
    Forse perché credo sia un qualcosa che tutti in una certa misura sentiamo, soprattutto quelli tra noi che sono almeno arrivati ai 40 anni.
    Io ho passato gran parte della mia vita guardando negli occhi le persone, parlando loro vis à vis, condividendo con loro le emozioni buone e cattive, i momenti di gioia e quelli amari.
    Ho mescolato le mie lacrime alle loro e abbiamo riso fino a dovere correre in bagno per salvarci da un disastro che pareva imminente e irreparabile 😀
    Ho perso tutto questo venendo qui e da quel momento mi si è spenta la voglia di vivere, oggi mi limito a sopravvivere cercando ovunque uno sguardo che non esiste nella realtà.
    E davvero ci dovremmo chiedere se non sia il caso di ritornare alla possibilità di potersi parlare, vedere, abbracciare senza dovere invece vendere la nostra vita e la nostra privacy il foto di quello che mangiamo, del negozio o del ristorante in cui entriamo, arrivando addirittura a condividere i momenti di attesa in ospedale o (mi è capitato pure questo) l’attesa all’obitorio.
    Io sarò anche vecchia e sono la prima a dirlo, ma io non mi sento vecchia nello spirito. Purtroppo sembra che il mio fisico non lo abbia capito e quindi fa l’impossibile per rendermi ogni cosa difficile, ma pur di vedere persone credo che striscerei sui pavimenti, pur di potere guardare un amico negli occhi farei qualsiasi cosa e invece, stai a vedere Instagram, Facebook e il resto, che sono ormai il sostituto della presenza di una persona.
    Ci si gioca anche a carte, a scacchi o altro senza nemmeno incontrarsi.
    Ma in questo modo si perde tutto, si perde il calore della presenza, il piacere dato agli occhi e all’udito, tutto quell’insieme di cose che non potrà mai essere sostituito nemmeno dalla più spettacolare delle foto o di video.
    Quel calore che viene dal cuore e che nulla può sostituire.
    Io credo che si dovrebbe davvero cercare di fare qualcosa, altro che regalare il cellulare ai bambini …. stiamo facendo perdere loro la ricchezza maggiore di cui noi abbiamo potuto godere gratuitamente: il nostro prossimo.
    E credo che anche voi non potrete negarlo. O forse sbaglio?
    Buon sabato e grazie di essere qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Shares
Share This

Condividi se ti è piaciuto!

Dammi una mano, fammi conoscere ai tuoi amici!