Marcia Grad Powers
C’erano una volta […]

Marcia Grad Powers C’erano una volta […]

C'erano-una-volta-tre-dotti-professori«C’erano una volta tre dotti professori, che volevano che i loro figli seguissero le proprie orme, ma i giovani invece sognavano di arruolarsi e di combattere» iniziò.
«Il primo professore decise che la felicità di suo figlio era più importante dei propri sogni di farne un erudito, e così il suo cuore non si appesantì. Ebbe per il figlio stima e rispetto e il loro rapporto fu sempre sereno.
Il secondo professore si sentì molto deluso, ma capì che il figlio aveva il diritto di scegliere la propria strada da solo. Questo padre ebbe un disagio del cuore di Tipo I, ma presto guarì. Il rapporto con il figlio – passato il primo momento – si riprese e fu ugualmente sereno.
Il terzo professore pensò che era inammissibile, che era la peggior disgrazia al mondo che suo figlio volesse fare il soldato anziché il professore, e si arrabbiò a tal punto che si ammalò di un disagio del cuore di Tipo II. Da quel giorno si rivolse al figlio con collera e risentimento e questi, a sua volta, lo ripagò della stessa moneta.»
Willie si piegò in avanti e guardò Duke negli occhi. «Questi professori affrontarono la stessa situazione in modi diversi e, di conseguenza, formularono pensieri diversi.
Pensieri diversi portarono differenti emozioni e reazioni.
I primi due desideravano che i loro figli divenissero degli eruditi, ma questo lasciò un margine per un compromesso, per un’alternativa, quando i ragazzi decisero di diventare soldati. I padri continuarono a “preferire” che le cose andassero in un certo modo, ma capirono che non dovevano necessariamente andare come speravano loro.
II terzo pretendeva che suo figlio seguisse le sue orme; pensava che le cose dovessero obbligatoriamente andare come voleva lui, e quando questo non successe gli sembrò terribile e ingiusto e non riuscì a sopportarlo. Era sconvolto e così sviluppò un dis- agio del cuore di Tipo II. Le reazioni dei primi due padri furono proporzionate e sane, la reazione del terzo eccessiva e patologica.»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su stumbleupon
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su tumblr
Condividi su email
Condividi su print

Vuoi leggere altro?

Copyright © 2003-2018 – Tutti i diritti riservati. – Disegnato e realizzato da Lio Saccocci

Pin It on Pinterest

Shares
Share This

Condividi se ti è piaciuto!

Fammi conoscere ai tuoi amici

Shares