Ludwig van Beethoven
All’Immortale Amata […]

Ludwig van Beethoven All’Immortale Amata […]

Teplitz, 6 e 7 luglio [1812]
“6 luglio, di mattina”.
Ludwig-van-Beethoven-All'Immortale-AmataMio angelo, mio tutto, mio io. – Solo poche parole per oggi e addirittura a matita (con la tua). – Non sarò sicuro del mio alloggio sino a domani; che inutile perdita di tempo è tutto ciò! – Perché quest’angoscia profonda, quando parla la necessità – il nostro amore può forse durare senza sacrifici, senza che ciascuno di noi pretenda tutto dall’altro; puoi tu mutare il fatto che tu non sei tutta mia, io non sono tutto tuo? – Oh Dio!, rivolgi il tuo sguardo alla bella Natura e da’ pace al tuo animo per ciò che deve essere. – L’amore esige tutto e ben a ragione, così è “di me per te, di te per me”. – Ma tu dimentichi così facilmente che io debbo vivere “per me e per te”. Se fossimo completamente uniti, tu sentiresti questa dolorosa necessità, tanto poco quanto la sento io. – Il viaggio è stato orribile. Sono arrivato qui soltanto ieri mattina alle quattro. Siccome c’erano pochi cavalli, la diligenza ha scelto un altro itinerario; ma che strada orribile! Alla penultima stazione mi hanno sconsigliato di viaggiare di notte, hanno cercato di ispirarmi paura d’un bosco ma ciò non è servito ad altro che a spronarmi – e ho avuto torto. La vettura ha finito con lo sfasciarsi su quell’orribile strada, un semplice sentiero di campagna senza fondo. Se non avessi avuto quei due postiglioni, sarei rimasto per strada. – Per l’altra strada, quella solita, Esterházy con otto cavalli ha avuto la stessa sorte che io con quattro. – Tuttavia, in un certo senso la cosa mi ha anche fatto piacere, come succede ogni volta che supero felicemente qualche ostacolo. – Ora voglio passare in fretta dagli eventi estrinseci a quelli intimi. Confido che ci vedremo presto; e anche oggi mi manca il tempo per dirti i pensieri che ho rimuginato in questi ultimi giorni sulla mia vita. – Se i nostri cuori fossero sempre l’uno vicino all’altro, non mi capiterebbe certo di avere simili pensieri. Il mio cuore trabocca del desiderio di dirti tante cose. – Ahimé – ci sono momenti in cui sento che la parola è inadeguata. – Cerca di essere serena – e sii per sempre il mio fedele unico tesoro, mio tutto, come io lo sono per te. Sono gli dei che debbono provvedere, qualunque possa essere il nostro destino.
Il tuo fedele
Ludwig

Letta da Gennaro Avvisato

 

Dalle Note:

La lettera probabilmente non venne mai spedita; fu ritrovata assieme ad altre carte di Beethoven subito dopo la sua morte. Sono incerti sia il luogo sia la data di redazione, ma quelli qui indicati sono oggi ritenuti molto probabili. Sull’identità della destinataria i biografi hanno avanzato ipotesi innumerevoli, senza raggiungere una conclusione certa; peraltro Maynard Solomon (confer il suo “Beethoven”, Marsilio, Venezia 1988) avanza una ricostruzione di fatti e dinamiche psicologiche molto circostanziata e piuttosto convincente. Identifica l”Immortale Amata’ con Antonie Brentano e connette la lettera alla sua protratta riluttanza e alla sua definitiva rinuncia alla vita matrimoniale. Antonie, sposata e con quattro figli, si sarebbe dichiarata disposta a recidere i propri obblighi pur di vivere con lui. Ma il compositore – non tanto per gli ostacoli rappresentati dagli obblighi familiari di Antonie ma in primo luogo per una congenita riluttanza psicologica a legami affettivi stabili e alla vita coniugale – avrebbe declinato la proposta. La lettera rappresenterebbe, nella ricostruzione dei fatti avanzata da Solomon, lo sbocco finale della sua tormentosa indecisione.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su stumbleupon
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su tumblr
Condividi su email
Condividi su print

Vuoi leggere altro?

Ted Hughes
Eclissi

Per mezz’ora, attraverso una lente d’ingrandimento,
ho guardato i ragni fare l’amore indisturbati,
ignari del voyeur, orribilmente felici. […]

Avanti»

Copyright © 2003-2018 – Tutti i diritti riservati. – Disegnato e realizzato da Lio Saccocci

Pin It on Pinterest

Shares
Share This

Condividi se ti è piaciuto!

Fammi conoscere ai tuoi amici

Shares