Citazioni

Lella Costa
Perché finalmente lo abbiamo imparato […]

Perché finalmente lo abbiamo imparato che c’è tempo soltanto se c’è un tempo, un tempo per ogni cosa.
Per sceglierne magari una sola di quelle cose impossibili, però poi realizzarla, costi quel che costi.
E arrivare in un posto per restarci, e guardare con gli occhi spalancati, perché c’è un tempo per viaggiare e un tempo per costruire,
un tempo per scappare e uno per guarire,
un tempo per capire, lunghissimo,
un tempo per spiegare,
un tempo per perdonare,
un tempo per perdere tempo.
C’è un tempo per cambiare e un tempo per tornare gli stessi di sempre,
un tempo per gli amori e un tempo per l’amore,
un tempo per essere figli e un tempo per farli, i figli,
un tempo per volere una vita spericolata e un tempo per trovare un senso a questa vita – che è anche l’unica che abbiamo.
C’è un tempo per raccogliere tutte le sfide, un tempo per combattere tutte le battaglie, un tempo per fare la pace, un tempo per esigerla, la pace.
C’è un tempo per dire e un tempo per fare – e non è detto che di mezzo debba per forza esserci una barca.
A volte basta una sguardo, a volte perfino una scheda elettorale.
C’è un tempo per innamorarsi – prorogabile.
C’è un tempo per ballare e un tempo per aspettare,
un tempo per correre,
un tempo per il silenzio.
E se c’è un tempo bellissimo per ricordare, allora ce ne deve essere anche uno calmo per dimenticare ma senza perdere e senza perdersi.
Perché se c’è un tempo per dormire e uno per morire, forse – forse – se siamo sempre stati bravi e attenti, e continuiamo a tener gli occhi spalancati
allora, forse, c’è anche un tempo infinito per sognare.

Una risposta

  1. Eccomi qui, prima di tutto per ringraziarvi per i messaggi lasciati cui – mea culpa – non sono riuscita a rispondere e poi per proporvi una lettura (purtroppo non ho trovato un video) presa dal libro/spettacolo di Lella Costa Alice, una meraviglia di paese (o forse da Amleto Alice e la Traviata… opsssss).
    Un testo per le donne, un inno a vivere una vita piena, a non farsi sconfiggere, a dare battaglia ma anche a sognare.
    E i sogni sono una forza, credetemi.
    Io continuo a sognare e non come qualcuno potrebbe pensare su guarigioni, ma sogni sul sito, sulla pagina FB, sul futuro dei miei figli, sul cambiare casa, su una doccia comoda, sul rifare la cucina o anche solo sul riuscire a camminare.
    Ma sogno e non mollo questa parte della mia vita.
    È così piacevole farlo 😍
    E Lella Costa è ironica, sarcastica, divertente, intelligente: una donna da imitare.
    Chiacchiere vuote le mie: chiedo scusa 😯
    Domani mattina prestissimo si riparte: altro ospedale, Hôpital Maisonneuve-Rosemont, primo incontro per essere valutata per la terapia genetica CAR-T. Vedremo…
    E il giorno dopo PET scan e prelievi, e altro ancora.
    Detto tra di noi in intimità: CHE DUE PALLE!
    OK vi racconterò, per il momento godetevi l’ottima compagnia di Lella Costa.
    Un abbraccio 🤗😘

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Shares
Share This

Condividi se ti è piaciuto!

Dammi una mano, fammi conoscere ai tuoi amici!