Citazioni

Diego Cugia
47 giorni all’esecuzione […]

47 giorni all’esecuzione
Oggi ho ricevuto un pacchetto. Me lo manda Debora da Mestre.
Sapete cosa c’è dentro?
Un fottutissimo orsacchiotto con le ventose, di quelli che si attaccano sui vetri dell’automobile.
Debora, tu sei pazza, io non sono il tuo fidanzatino.
Non me ne frega niente che ti piaccia la mia voce.
Io gli orsacchiotti li violento in fila, poi li faccio a pezzi, li metto in una valigia e li butto nella discarica.
Io sono il lupo cattivo, “the big bad wolf”.
Alza i tacchi bellezza se non vuoi fare la fine del tuo orsacchiotto.
Mi hai messo dentro pure una di quelle riviste per ragazzine.
Vuoi farmi morire prima del previsto?
Dunque, ho contato una ventina di concorsi a premio per vincere le più eclatanti puttanate, dal motorino alla crociera con stallone, con la s minuscola, uno stallone.
Un sacco di ricette facili-facili così vi abituate a fare la pappa ai maritini; un migliaio di foto di belle fiche così mi diventate tutte anoressiche a forza di biscotti dietetici e yogurt, la moda della prossima stagione, così vi cionca una bella crisi depressiva perché non avete una lira da spendere all’atelier.
Creme e cremine, shampoo, assorbenti, dentifrici.
Carolina di Monaco che anche se la conosci non la eviti, quel frignone di Carlo d’Inghilterra che va a letto con Mummia Camilla, Ricky Tognazzi, i paparazzi, Natalia Estrada.
E i giochini, i consigli del medico, del paramedico, dell’ortopedico.
Cosa fare se avete le emorroidi, le adenoidi, gli asteroidi.
Basta, voglio morire.
Il vostro boia e peggio, ci mette anni ad uccidervi.
Il mio, trenta secondi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Shares
Share This

Condividi se ti è piaciuto!

Dammi una mano, fammi conoscere ai tuoi amici!