Citazioni

Concita De Gregorio
Perchè, dove vado? […]

[Dalia] Perchè, dove vado?
Vai a lavorare, mi ha detto.
Vai con questi uomini che ti portano dove avrai una casa più calda e un lavoro, non avere paura.
Ma io avevo paura, tanta.
Ma la nonna era la nonna, la nonna decideva sempre per noi e io ero la sua regina.(…)
Così sono andata.
Avevo dodici anni.(…)
Nel posto dove siamo arrivati parlavano una lingua che non capivo.
Non conoscevo nessuno.
Mi hanno dato un letto in una stanza: la casa era più calda, sì, ma non era la mia.
Entravano uomini a vedermi, parlavano di me con altri uomini(…)
Non voglio parlare di quel posto dove sono stata né di quello che mi è successo.
Non c’è niente da raccontare.
Era uguale ogni giorno, orribile.
Le ore non passavano mai.
La gente che entrava non la vedevo neanche in faccia, non ricordo nessuno.
Solo odore di umidità, puzzo, sudore, mani, vestiti sporchi.
Non voglio parlare.
Dopo un po’ smetti di piangere perchè se piangi , mi dicevano, nessuno ti vuole e ti buttiamo in mare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Shares
Share This

Condividi se ti è piaciuto!

Dammi una mano, fammi conoscere ai tuoi amici!