Citazioni

Bruno Ferrero
Guarda un po’ che sono verdi […]

Due passerotti se ne stavano beatamente a prendere il fresco sulla stessa pianta, che era un salice.
Uno si era appollaiato sulla cima del salice, l’altro in basso su una biforcazione dei rami.
Dopo un po’, il passerotto che stava in alto, tanto per rompere il ghiaccio, dopo la siesta disse:
“Oh, come sono belle queste foglie verdi!”.
Il passerotto che stava in basso la prese come una provocazione. Gli rispose in modo seccato:
“Ma sei cieco? Non vedi che sono bianche!”.
E quello di sopra, indispettito: “Tu sei cieco! Sono verdi!”.
E l’altro dal basso con il becco in su: “Ci scommetto le piume della coda che sono bianche.
Tu non capisci nulla! Sei matto!”.
Il passerotto della cima si sentì bollire il sangue e senza pensarci due volte si precipitò sul suo avversario per dargli una lezione.
L’altro non si mosse. Quando furono vicini, uno di fronte all’altro, con le piume del collo arruffate per l’ira, prima di cominciare il duello ebbero la lealtà di guardare nella stessa direzione, verso l’alto.
Il passerotto che veniva dall’alto emise un “oh” di meraviglia: “Guarda un po’ che sono bianche!”.
Disse però al suo amico: “Prova un po’ a venire lassù dove stavo prima”.
Volarono sul più alto ramo del salice e questa volta dissero in coro:
“Guarda un po’ che sono verdi”.

Non giudicare nessuno se prima non hai camminato un’ora nelle sue scarpe.

Una risposta

  1. Eccoci qui di nuovo è sabato, anche se come dico sempre, a me non cambia nulla.
    Al massimo io guardo quello che fanno gli altri 😥 come ho fatto ieri: mio figlio ha fatto il trasloco, mio marito era presente a dare una mano ma io ero qui … cosa avrei potuto fare se non essere di troppo e pure di intralcio?
    Ma è vero, tutte le cose possono essere viste da due prospettive diverse e possono sembrare entrambe giuste, debbo imparare da questo racconto 😏
    Il solito racconto che Bruno Ferrero usa come insegnamento nei suoi libri che io considero tutti dei piccoli capolavori.
    Sono sempre racconti semplici, per tutti, ma toccano sempre il punto giusto e aiutano a vedere le cose con prospettive diverse.
    Leggetelo e ditemi che ne pensate.
    Io per quanto riguarda me stessa e il senso di amaro che ho dentro per non avere potuto essere di aiuto a mio figlio, potrei dire “Almeno ho fatto compagnia al gatto che altrimenti sarebbe rimasto solo tutto il giorno” ….. 🥱
    Salve amici e buona giornata 💛❤💚

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Shares
Share This

Condividi se ti è piaciuto!

Dammi una mano, fammi conoscere ai tuoi amici!