Alice Munro
Adoravo partire. […]

Alice Munro Adoravo partire. […]

 width=Quanto a me, mi appagava la sensazione di lasciarmi ogni cosa alle spalle.
Adoravo partire.
Anche in casa mia, mi sembrava di essere spesso alla ricerca di un nascondiglio – a volte dalle bambine, ma più sovente da tutti i lavori da sbrigare e dal telefono che squillava e dai vicini troppo socievoli. Volevo nascondermi così da potermi dedicare alla mia vera occupazione: una sorta di corteggiamento a distanza di certe remote parti di me.
Vivevo in stato di assedio, con l’ossessione continua di perdere ciò che più volevo trattenere.
In viaggio invece il problema spariva.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su stumbleupon
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su tumblr
Condividi su email
Condividi su print

Vuoi leggere altro?

Vinícius de Moraes
L’avere

Resta, al sommo di tutto, questa capacità di tenerezza
Questa perfetta intimità con il silenzio
Resta questa voce intima che chiede perdono di tutto:
– Pietà! perché essi non hanno colpa d’esser nati… […]

Avanti»

Copyright © 2003-2018 – Tutti i diritti riservati. – Disegnato e realizzato da Lio Saccocci

Pin It on Pinterest

Shares
Share This

Condividi se ti è piaciuto!

Fammi conoscere ai tuoi amici

Shares