Citazioni

Alessandro D’Avenia
E l’oscurità […]

E l’oscurità celò col suo silenzio calmo quel bacio dolce-amaro.
I respiri si mescolarono ed entrambi sentirono una parte di sé venire alla luce, la parte più profonda e nascosta, la stanza dove nessuno può raggiungerti se non glielo permetti, la settima stanza.
E si baciavano ancora quando le stelle schizzarono in cielo, e ciascuno respirava il respiro dell’altro, come se fino a quel momento avessero usato un polmone solo.
E quando si staccavano avrebbero gridato l’uno all’altra: “Mi manchi!”.
E quando le labbra si univano di nuovo: “Quanto mi sei mancato!”.
Come può mancarci chi non abbiamo mai avuto?
Cosa ci manca veramente: l’altro o una parte di noi stessi?
O abbiamo bisogno che qualcuno ci regali quella parte di noi stessi che ci manca?
Sono cose che nessuno sa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Shares
Share This

Condividi se ti è piaciuto!

Dammi una mano, fammi conoscere ai tuoi amici!