Argomento: Eros

Roberto Juarroz Poesia Verticale 51

Un giorno troverò una parola che penetri il tuo corpo e ti fecondi, che si posi sul tuo seno come…

Octavio Paz Vado per il tuo corpo

un salice di cristallo, un pioppo d’acqua, un alto zampillìo che il vento arcua, un albero ben piantato ma danzante,…

Konstantinos Kavafis Torna

Ritorna ancora e prendimi, amata sensazione, ritorna e prendimi, quando si ridesta viva la memoria [...]

Vladimir Majakovskij Attrazione inesorabile

Attrazione inesorabile: non c’è stupore, né paura, ma la sola consapevolezza di vivere una sensazione inevitabile… [...]

Maram al Masri Delitto

Che meraviglioso delitto ho commesso? Ho goduto di un corpo che mi ha donato un fiume inebriante e una ribellione…

Lucía Rivadeneyra Aritmetica

I tuoi istinti più i miei La mia vita meno il tuo tempo La tua cintura per le mie poesie…

Gioconda Belli Orchestra

Violini. Le mie gambe si alzano. Allegro ma non troppo. Sottovoce. Dolcemente inizia l'ouverture. [...]

John Keats Il giorno è già passato

Il giorno è già passato e le dolcezze son tutte passate! O dolce voce, bocca, tenera mano e più tenero…

Pablo Neruda Ho fame della tua bocca

Ho fame della tua bocca, della tua voce, del tuoi capelli e vado per le strade senza nutrirmi, silenzioso, non…

Paolo Silenziario Canto a Filinna

Amo di più le tue rughe, Filinna, che lo splendore della giovinezza. Mi piace sentire nella mano il tuo seno,…

Copyright © 2003-2020 – Tutti i diritti riservati. – Disegnato e realizzato da Lio Saccocci

Pin It on Pinterest