Perdere l’ultimo treno

Una solitaria panchina rivolta verso l'acqua

Avete mai provato a parlare con un monitor? O meglio, a scrivere con le dita parlando con la voce della mente e dirigendo questo pensiero ad un foglio elettronico che ovviamente sta su di un monitor?
È una strana sensazione a cui io dovrei essere ormai abituata da anni, ma talvolta riesce ancora a meravigliarmi.
Oggi per esempio, dopo la nevicata di ieri, è una giornata splendida, con un sole accecante e caldissimo. […]